Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Il Direttore Generale dell’ASST Bergamo Ovest ha nominato oggi Ivano Vavassori, urologo, quale Direttore del Dipartimento Scienze Chirurgiche.
“Continua con questa nomina – spiega Peter Assembergs, Direttore Generale dell’ASST – l’opera di consolidamento delle strutture aziendali afferenti l’ASST Bergamo Ovest. I Reparti e i Servizi che fanno capo al Dipartimento Scienze Chirurgiche rendono la nomina del dott. Vavassori di strategica rilevanza sanitaria, soprattutto in questo momento di riorganizzazione delle attività a causa del Covid. Ora la necessità è quella di garantire risposte tempestive e qualificate al bisogno di salute della popolazione con patologie non differibili. Il nuovo direttore saprà sicuramente guardare anche avanti, programmando già il post-Covid, quando potremo riattivare appieno tutte le attività chirurgiche sia in urgenza che in elezione”.
Ecco le prime parole del neo Direttore del DSC, Ivano Vavassori: “Sono molto onorato del prestigioso incarico affidatomi dalla Direzione e nella fiducia riposta nei miei confronti. Spero di essere all’altezza di questo compito in un momento particolarmente difficile che stiamo vivendo per la seconda ondata della pandemia da Covid 19 che investe anche i nostri ospedali: il Dipartimento chirurgico sarà in prima linea nell’offrire tutte le risorse necessarie per l’assistenza ai pazienti. Ringrazio ancora il Direttore Generale per la fiducia accordatami”.
Fanno capo al Dipartimento Scienze Chirurgiche le Unità Complesse di: Chirurgia Generale 2; Oculistica; Ortopedia e Traumatologia 1; Otorinolaringoiatria; Urologia; Chirurgia Generale 3; Ortopedia e Traumatologia 2.
Il dott. Ivano Vavassori è nato ad Arcene nel 1957 e vive a Bergamo. Si laurea in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Milano, dove ottiene la Specializzazione in Urologia.
Fino allo scorso giugno era Dirigente Medico della nostra Urologia, dove ricopriva il ruolo di Direttore Facente Funzione. Da Luglio è il Direttore della Struttura complessa. Vanta un’esperienza decennale in campo urologico europeo nel trattamento Laser della patologia prostatica benigna, di cui è stato uno dei “pionieri” a livello nazionale.

Share Button