Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Giornata importante quella di sabato 17 ottobre per il Presidio Ospedaliero di Angera che fa parte di ASST Sette Laghi. E’ stato consegnato ufficialmente il nuovo mammografo digitale con tomosintesi acquistato dall’azienda con un investimento di oltre 100.000 Euro.

Alla semplice cerimonia erano presenti Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità del Consiglio Regionale della Lombardia. il Sindaco di Angera Alessandro Paladini Molgora, il Direttore Amministrativo di ASST Sette Laghi Ugo Palaoro, il Dottor Luca Manfredi, della Direzione Medica del Verbano, il Responsabile della Struttura Complessa di Radiologia dottor Leonardo Callegari con i suoi collaboratori, la signora Roberta Falasca in rappresentanza dell’Associazione Amor – Mamme per l’Ondoli in rinascita.

L’apparecchiatura consegnata oggi è all’avanguardia per le sue caratteristiche. La tecnologia 3D consente un aumento del 40% nel rilevamento di lesioni al seno comprese quelle di piccole dimensioni che sfuggono alla mammografia classica in 2D. L’esame è più rapido migliorando il comfort della paziente grazie alla riduzione del tempo di compressione del seno. In forza di un esame così accurato si riduce la necessità di successive indagini più invasive, che impattano sensibilmente sul carico di ansia e apprensione delle pazienti. L’utilizzo della tecnologia digitale rende immediata la condivisione dei risultati con tutti i reparti interessati anche in remoto.

“Il periodo buio per il nostro ospedale è ormai alle spalle – dichiara il sindaco di Angera Alessandro Paladini Molgora. Ringrazio il consigliere Monti per l’attenzione continua al nostro territorio e siamo certi che il tempo confermerà gli impegni presi da Regione Lombardia per il nostro ospedale. Siamo molto soddisfatti – conclude Molgora – del rapporto con ASST con cui la collaborazione è intensa e fruttuosa.”

“Durante l’emergenza Covid – dichiara il Presidente Monti – il presidio di Angera è stato rafforzato con 50 letti in più e nuovo personale ospitando il reparto di geriatria del Circolo con una scelta che si è rivelata vincente. Sono certo che l’azienda sanitaria saprà confermare e rafforzare nel tempo la volontà di valorizzare il presidio nell’ambito del nuovo Poas. Angera – prosegue Monti – rappresenta oggi un modello virtuoso in particolare sul percorso nascita e l’ostetrica di famiglia, un modello che vogliamo estendere a tutta la regione inserendolo nel provvedimento di riforma della Legge 23/2015 che presenteremo entro la fine dell’anno.”

Anche l’associazione Amor ha espresso il suo compiacimento per il rilancio in atto del presidio di Angera. Un rilancio reso evidente dall’apertura al sabato e la domenica dello screening mammografico realizzata con l’impegno straordinario per personale del reparto e il prezioso apporto dei volontari dell’associazione Caos che sta contribuendo alla sensibile riduzione delle liste d’attesa. Sono infatti quasi un centinaio ogni week end le pazienti che si recano in Radiologia per lo screening.

“ASST Sette Laghi – conferma Ugo Paoloro, Direttore Amministrativo dell’azienda – conferma il proprio impegno per il rilancio di Angera. Nel nuovo Poas – precisa Palaoro – Angera vedrà confermato e rafforzato il suo ruolo strategico per l’area del Verbano.”

“Siamo entusiasti per l’arrivo di questa apparecchiatura – dichiara il dottor Leonardo Callegari, Responsabile di S.C. di Radiologia dell’ASST Sette Laghi – che è la più moderna e avanzata presente nell’intera azienda. Grazie alla possibilità di utilizzare i mezzi di contrasto e le immagini in 3d possiamo realizzare diagnosi molto precoci e accurate. Ora – conclude Callegari – aspettiamo il nuovo ecografo per completare la strumentazione”

Share Button