Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

È possibile rallentare i processi d’invecchiamento e come? Quali le ultime scoperte in campo medico-scientifico che ci permetteranno di vivere meglio e più a lungo? Quanto, partendo dal nostro patrimonio genetico, possiamo “programmare” una vita più longeva?
A queste e ad altre domande il 30 e 31 marzo cercherà di dare risposta il BE WISE: Longevity & Anti-Aging World Forum, il primo e più importante evento in Italia dedicato ai temi della longevità e della prevenzione come unico strumento, partendo già da quando si è molto giovani, per rallentare i processi di invecchiamento e vivere meglio e più a lungo.
Un grande evento gratuito, ideato e organizzato da Wise Society in collaborazione con importanti partner medico-scientifici, che inaugura il decennio 2021-2030 dedicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità all’Healthy Ageing e al vivere in modo sano.
Oltre quaranta eventi digitali, fra masterclass, talk e workshop gratuiti, che vedranno avvicendarsi, sotto la direzione di un prestigioso comitato scientifico presieduto dal professor Damiano Galimberti, esperto di Dna e presidente dell’Associazione Italiana Medici Anti-Aging, ricercatori, medici, aziende all’avanguardia, trainer, professionisti ed esperti del settore. Tutti impegnati nella ricerca e nello sviluppo di approcci innovativi – dalla genomica alla medicina di precisione, passando per la nutrizione e gli stili di vita sani – in grado di favorire il benessere psicofisico dell’individuo, aiutandolo a vivere più a lungo e a invecchiare bene, con importanti risvolti sia per le singole persone che per l’intera società.
Insieme con loro anche volti noti – fra tutti, Francesca Chillemi, Martina Colombari e Victoria Cabello – che porteranno la loro personale esperienza di come, attraverso stili di vita sani, si possa trovare un nuovo equilibrio e maggiori energie per un migliore e duraturo benessere psicofisico.
“Ogni essere umano è unico e irripetibile, per cui diventerà centrale un approccio sempre più personalizzato in medicina e negli stili di vita per garantire alle persone una vita più lunga e sana. Perché ciò che fa bene a un individuo non è detto che faccia altrettanto bene ad un altro. Tutto dipende dai geni – i mattoni costitutivi del nostro Dna – e su di essi si gioca molto del futuro della conoscenza umana, da cui dipenderà la possibilità di preservare nel tempo la nostra salute e abbassare il rischio di ammalarci”, spiega il presidente del comitato scientifico Damiano Galimberti.
“L’obiettivo del Forum, che avrà cadenza annuale e diventerà il punto di riferimento su queste tematiche così importanti, visto il notevole allungamento della durata media della vita umana, è quello di informare e sensibilizzare il largo pubblico verso una cultura della prevenzione a tutti i livelli”, sottolinea Antonella Di Leo, editore e ceo di Wise Society. “Ogni appuntamento”, continua Di Leo, “avrà, infatti, un taglio molto pratico e divulgativo, alla portata di tutti, con lo scopo di promuovere un benessere attivo, non passivo, perché la prevenzione parte da lontano, da quando si è giovani, e ragazze e ragazzi in salute oggi saranno adulti e anziani più sani domani, con ricadute positive per tutti, non solo a livello sanitario, ma anche socio-economico”.
Ad aprire il Forum, il 30 marzo alle ore 10, la plenaria “La grande sfida dell’healthy ageing: dati, prospettive, esperienze e nuove opportunità. Punti di vista a confronto” con eminenti esperti e ricercatori in ambito longevità e anti-aging per interpretare dati e trend, analizzare esperienze, come quelle dei centenari italiani, fare il punto sulle nuove frontiere, i nuovi studi e le nuove tecniche che ci aiuteranno a vivere più a lungo e meglio.
A seguire, oltre quaranta appuntamenti fra workshop, talk e masterclass declinati secondo 4 diverse aree tematiche:
Be Healthy, Be Beautiful, Be Active, Be Safe.
All’interno del Forum si svolgerà, parallelamente agli appuntamenti più divulgativi indirizzati al largo pubblico, anche il Congresso Nazionale A.M.I.A., il più importante appuntamento annuale di aggiornamento, giunto alla 14° edizione,
sui temi della medicina preventiva anti-aging e della nutrigenomica destinato a medici, biologi, dietisti e farmacisti.
BE WISE – Longevity e Anti-Aging World Forum, organizzato da Wise Society, si avvale della partnership e della presenza di rappresentanti di importanti realtà scientifiche, fra cui Associazione Italiana Medici Anti-Aging, Fondazione Umberto Veronesi, Fondazione Valter Longo, Istituto Superiore di Sanità, European Society of Preventive, Regenerative and Anti-Aging Medicine, Accademia del Fitness Wellness e Anti-Aging, Società Italiana di Medicina Ambientale, Federsalus, Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane, Confestetica e Società Italiana di Medicina Estetica.

Share Button