Print Friendly, PDF & Email

Mettere le conoscenze in ambito digitale dei giovani diplomandi a disposizione degli over 65 Ospiti di Residenze Sanitarie Assistenziali e favorire lo scambio intergenerazionale, da una parte sensibilizzando i primi sul mondo della residenzialità assistita e del decadimento cognitivo, dall’altra rispondendo ai bisogni di socialità delle persone più fragili insegnando loro nuovi strumenti per avere più opportunità di contatto con familiari e amici. È lo spirito con cui Korian ha aderito al progetto ABCDigital, nato nell’ambito del piano strategico di Assolombarda per il triennio 2013 – 2016 e tuttora reso possibile grazie alla collaborazione di un partenariato composto da più di dieci realtà profit e no profit.

Oltre 300 ospiti over 65 di 14 RSA Korian in 6 regioni italiane sono stati protagonisti del progetto incentrato sul corso di digitalizzazione tenuto dagli studenti di due classi 5° dell’IPSS Cuomo Milone di Sarno (Salerno), in collaborazione con Asse 4- Rete di imprese, che nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro hanno costruito un percorso ad hoc in tappe che affrontavano diverse tematiche relative al mondo digitale. Stimolando il ricordo di momenti vissuti dai Senior in gioventù e il confronto con il mondo contemporaneo, i giovani hanno facilitato l’apprendimento di azioni che per la maggior parte delle persone sono di uso comune, ma che per un Ospite di una RSA risultano difficile da compiere con spontaneità e naturalezza.

Proprio sullo spirito del progetto si è soffermata Antonella Ferioli, CSR Ambassador di Korian in Italia: “Ad animare il progetto è stato il continuo scambio tra giovani e Senior, generazioni molto diverse ma che hanno comunicato con semplicità e complicità.  Per stimolare questa interazione e favorire la partecipazione attiva degli Ospiti, le lezioni partivano sempre da ricordi legati a un tema specifico: le lettere, i primi telefoni, e gli Ospiti si sono sempre prestati molto bene a questo ruolo. Ci sono stati molti momenti di commozione da parte di alcuni nel ricordare momenti importanti della propria vita, ed è stato bello vedere quanta fame di sapere hanno ancora queste persone”.

Il corso, tra gli altri temi, ha trattato: la scrittura,partendo dalle lettere che i senior scrivevano a mano quando erano giovani, per arrivare alla stesura e all’invio di una mail; la comunicazione telefonica, dall’utilizzo delle ormai dismesse cabine telefoniche alle videochiamate; i social network come “nuova piazza” contemporanea, il “luogo non luogo” in cui esprimere opinioni e conoscere nuove persone, proprio come un tempo facevano nelle piazze dei borghi in cui vivevano; come informarsi, la ricerca delle informazioni dall’enciclopedia a internet.

Ottimi riscontri sono arrivati poi dai veri protagonisti dell’iniziativa: “Alcuni di noi hanno sfruttato gli insegnamenti del corso cominciando una relazione tecnologica a distanza con gli studenti, ad esempio attraverso messaggi Whatsapp, e con promesse di conoscersi di persona appena possibile”, ha dichiarato un Ospite che ha partecipato al corso. “Io, inoltre, ho sfruttato quanto avevo appreso per instaurare un contatto a distanza più frequente con i miei figli e nipoti, ad esempio facendo autonomamente videochiamate senza l’assistenza degli infermieri”.

Nella fase di preparazione del corso fondamentale è stata la collaborazione di educatori e psicologi delle strutture Korian coinvolte, che hanno introdotto i giovani al mondo delle Residenze Sanitarie Assistenziali, presentando loro la tipologia di Ospiti residenti, il servizio che le strutture erogano e cosa comporta il decadimento cognitivo e come relazionarsi con i senior.

Share Button