Print Friendly, PDF & Email

Abbott ha annunciato il lancio del generatore IonicRF – un nuovo dispositivo recentemente autorizzato dalla Food and Drug Administration statunitense per fornire un trattamento non chirurgico e minimamente invasivo per la gestione del dolore nel sistema nervoso. Il generatore IonicRF è un dispositivo di ablazione a radiofrequenza che utilizza il calore per colpire nervi specifici e bloccare i segnali di dolore che raggiungono il cervello. Il nuovo dispositivo è il primo dispositivo di ablazione a radiofrequenza sviluppato da Abbott ed è attualmente approvato negli Stati Uniti e in Europa. “Ogni paziente è diverso e la fonte del suo dolore è unica, il che rende estremamente importante avere a disposizione più opzioni, in modo che il trattamento possa essere adattato alle circostanze individuali”, ha affermato Jason E. Pope, Evolve Restorative Center, Santa Rosa, California “IonicRF di Abbott è una piattaforma di dispositivi avanzati che prende di mira nervi specifici per bloccare i segnali del dolore dal raggiungere il cervello. Uno degli aspetti più promettenti della terapia è la sua efficacia nel mirare al dolore in diverse aree discrete del corpo”. L’ablazione con radiofrequenza utilizza una corrente elettrica per riscaldare una piccola area del tessuto nervoso per impedirgli di inviare segnali di dolore. Studi hanno dimostrato che il sollievo dal dolore dopo un singolo trattamento di ablazione a radiofrequenza può durare da sei a 12 mesi. La lombalgia è tra i disturbi medici più comuni in tutto il mondo e si stima che la sindrome delle faccette articolari, spesso trattata con terapia di ablazione a radiofrequenza, rappresenti il ​​15% di questi disturbi. L’ablazione con radiofrequenza è stata utilizzata per trattare il dolore, come la lombalgia e l’articolazione sacroiliaca, che non è riuscito a risolversi con trattamenti conservativi, come terapia fisica, iniezioni o farmaci. “La maggior parte delle persone candidate all’ablazione con radiofrequenza ha provato altre terapie, come farmaci e iniezioni, con scarso successo. Di conseguenza, ora stanno cercando una soluzione alternativa che non richieda un intervento chirurgico o l’uso di farmaci oppioidi”, ha detto Keith Boettiger, vice presidente, Neuromodulation, Abbott. “Siamo orgogliosi di essere in grado di fornire il primo dispositivo di ablazione a radiofrequenza progettato da Abbott progettato per fornire una gestione del dolore sicura ed efficace. Questo è un altro esempio della nostra attenzione ad ampliare l’ampiezza del nostro portafoglio di neuromodulazione e mantenere i pazienti al centro di tutto ciò che facciamo. ad Abbott.”

Share Button