Print Friendly, PDF & Email

Si è tenuta presso il presidio di via dei Cappuccini a Empoli la presentazione del nuovo sistema di prenotazione di visite ed esami online “Prenotafacile”, al Comitato di partecipazione della zona distretto di Empoli con la finalità di far conoscere il nuovo modello di prenotazione aziendale alle associazioni di cittadini, volontari e pazienti dell’empolese che compongono il Comitato. Gli incontri proseguiranno nei prossimi mesi anche con i Comitati di partecipazione delle altre zone distretto della Toscana centro. A ottobre la nuova piattaforma informatica di prenotazione, sempre disponibile 24 ore su 24, ha registrato nella Ausl Toscana centro 5146 prenotazioni, dato raddoppiato rispetto al mese precedente. Collegandosi all’apposita sezione sul sito dell’Azienda, l’utente potrà prenotare visite ed esami presenti, come prima opportunità di scelta, nella zona di domicilio e successivamente troverà la disponibilità degli altri territori dell’Azienda Usl Toscana Centro, compresa l’offerta aggiuntiva degli istituti privati convenzionati del modello aggiuntivo. Per le prenotazioni rimane naturalmente attivo il sistema dei front office aziendali a cui il cittadino può rivolgersi di persona e quello telefonico dei call center. Grazie al Prenota Facile si offre al cittadino domiciliato nella Ausl Toscana centro, l’opportunità di prenotare in autonomia la prestazione d’interesse, alleggerendo al contempo il lavoro degli sportelli di front office. Per prenotare tramite Prenota Facile è necessario essere in possesso di codice fiscale, ricetta dematerializzata con indicazione priorità e tipologia di accesso “Primo accesso”. Da parte dell’Azienda massima è stata finora l’attenzione anche per un coinvolgimento delle farmacie locali che prenotano prestazioni relative al Cup di zona ma ora, al contempo, potranno anche diventare parte attiva nel mettere a conoscenza l’utente dell’esistenza del sistema Prenota Facile, così da offrire un’offerta più ampia su tutti gli ambiti territoriali dell’Azienda. A questo proposito è stata inviata dall’Ausl una lettera informativa alle farmacie dei vari territori.

Share Button