Tag Archives: notturna

175 milioni di europei soffrono di apnea notturna

Secondo un compendio presentato da ResMed durante la sessione late-breaking al Convegno annuale della Società europea di medicina respiratoria tenuto a Parigi approssimativamente 175 milioni di europei soffrono di apnea ostruttiva nel sonno. Secondo le stime elaborate da prestigiosi ricercatori, 90 milioni di europei soffrono di apnea notturna di entità da moderata a grave, ovvero accusano almeno 15 eventi respiratori all’ora durante il sonno.
I suddetti dati statistici sono basati sulle linee guida più recenti usate per l’assegnazione dei punteggi entro l’indice di apnea-ipopnea e sono collegati a uno studio condotto in 16 Paesi diversi annunciato nel maggio del 2018 secondo cui 936 milioni di persone a livello mondiale soffrono di apnea notturna, un disturbo respiratorio cronico del sonno associato a un aumento del rischio di mortalità e a una riduzione della qualità della vita.
La nuova prevalenza globale è quasi dieci volte superiore alla precedente stimata dall’Organizzazione mondiale della sanità nel 2007.
I Paesi europei con la più alta prevalenza sono: Russia, 40 milioni; Germania, 26 milioni; Francia, 24 milioni; Ucraina, 13 milioni; Spagna, 9 milioni; Regno Unito, 8 milioni.
“Questi dati sono un avvertimento per i medici e gli altri fornitori europei di cure per identificare, schermare e diagnosticare correttamente queste persone in modo che possano ottenere il trattamento che cambiano la vita di cui hanno bisogno”, ha affermato il dott. Adam Benjafield, ricercatore capo e vicepresidente di Medical ResMed Affari.
Benjafield ha detto che un segno di un paziente a rischio è se hanno una condizione medica cronica correlata: l‘83% delle persone con ipertensione resistente ai farmaci ha apnea notturna; il 77% delle persone con obesità; il 76% delle persone con insufficienza cardiaca cronica; il 72% delle persone con diabete di tipo 2; il 62% delle persone con un precedente di ictus; il 49% delle persone con fibrillazione atriale.
“I medici dovrebbero sottoporre a screening i loro pazienti se hanno una di queste condizioni”, ha riferito Benjafield, “specialmente se un paziente ha manifestato sintomi correlati all’apnea nel sonno come russare, sonnolenza diurna o minzione notturna frequente”.