Tag Archives: network

Istituto Auxologico Italiano sceglie PRTG Network Monitor per monitorare l’infrastruttura IT in modo proattivo

Paessler ha annunciato che Istituto Auxologico Italiano ha scelto PRTG Network Monitor per il monitoraggio proattivo dell’intero Istituto.
Per una realtà articolata come quella di Auxologico, che conta diverse sedi tra Piemonte e Lombardia, avere il pieno controllo della propria infrastruttura di rete in termini sia delle comunicazioni tra le varie sedi sia delle attività dei sistemi è fondamentale.
La server farm di Cusano Milanino (Milano) ospita tutti i server cui fanno capo le diverse sedi remote; ciò significa che il funzionamento della rete dei diversi distaccamenti della struttura sanitaria dipende da Cusano e da una corretta gestione e un costante monitoraggio di tutti i server qui installati. Il rischio, più volte registrato, in caso di problematiche a livello della WAN, è l’isolamento delle strutture sanitarie dislocate sul territorio. Ecco perché in Auxologico è sorta a un certo punto l’esigenza di sottoporre a un monitoraggio sistematico non solo la LAN interna ma anche la WAN esterna.
Auxologico ha quindi avviato una ricerca interna per individuare i principali prodotti di monitoraggio e diagnostica presenti sul mercato.
L’aspetto vincente di PRTG Network Monitor di Paessler è stato il trial gratuito offerto con l’introduzione di un numero limitato di sensori, nel corso del quale il prodotto ha subito dimostrato la propria netta superiorità rispetto alle altre soluzioni vagliate, specie per facilità d’uso e tipologie di sensori disponibili.
Dopo l’ottimo riscontro del trial iniziale su 100 sensori, Auxologico ha scelto di adottare PRTG Network Monitor passando, negli anni, dagli iniziali 1000 agli attuali 2500 sensori di monitoraggio. Disponibile su interfaccia web e enterprise console, PRTG Network Monitor è installato su server fisico, s.o. w2k8 64b per il monitoraggio di switch, router, server, LAN e WAN dell’intera infrastruttura IT dell’Istituto.
Dei totali 2.500 sensori installati, Auxologico ne utilizza oggi circa 800, inclusi PING, sFlow, CPULOAD, DISK FREE e RDP, che, mediante analisi e rilevamenti continui, sono in grado di segnalare tempestivamente ogni potenziale comportamento anomalo nel sistema tramite alert e warning in real-time, garantendo al tempo stesso la misurazione delle performance di rete.
Una volta completata l’integrazione di PRTG Network Monitor, Istituto Auxologico ha immediatamente potuto registrare una serie di vantaggi in termini di efficienza e qualità del monitoraggio della propria infrastruttura. Da un punto di vista operativo, la tecnologia Paessler, insieme all’aumentata affidabilità del provider di telecomunicazioni, consente oggi ad Auxologico di individuare, gestire e risolvere un problema nella metà del tempo impiegato in passato per processare le richieste di assistenza sulla rete.
“Considerata l’imperativa necessità di essere proattivi nella gestione della rete in termini di individuazione e risoluzione delle problematiche prima ancora che l’utente remoto apra una segnalazione e dopo un’attenta valutazione delle soluzioni di monitoraggio disponibili sul mercato, abbiamo individuato in PRTG Network Monitor la risposta perfetta alle esigenze della complessa struttura di Auxologico, che conta diverse sedi dislocate nel Nord Italia”, commenta Enzo Cosentino, EDP Manager di Istituto Auxologico Italiano. “Adottare la tecnologia Paessler ha rappresentato una svolta significativa per i nostri sistemi informativi. La possibilità di operare proattivamente, la garanzia nella rapidità di risposta alle richieste degli utenti e la varietà dei sensori inclusi nell’offerta sono ciò che ci ha portati a scegliere PRTG Network Monitor, che ha nel complesso migliorato di netto la nostra velocità di reazione. Così, ad esempio, quando un pc dell’accettazione pazienti non riesce a comunicare con il server di riferimento dove sono residenti i dati, le verifiche contestuali sull’attività della linea, del pc stesso e del server di comunicazione sono una prassi obbligata e con il supporto di questo sistema di monitoraggio l’intervento e la risoluzione del problema sono immediati”.

Anagrafe mondiale dei tumori: condivise dall’Italia 1.000 “Carte d’identità molecolari”

Oltre un petabyte di informazioni relative a 1.000 pazienti oncologici condivise con il network oncologico mondiale: è il patrimonio che Alleanza Contro il Cancro, la rete oncologica nazionale, mette oggi a disposizione della comunità scientifica internazionale per alimentare il confronto … Per saperne di più