Tag Archives: applicazione

Masimo annuncia l’applicazione per la verifica dei segni vitali per la piattaforma Root

Masimo ha annunciato la nuova versione dell’applicazione Vital Signs Check, una raccolta di dati paziente integrata e un’applicazione per il flusso di lavoro per la piattaforma di monitoraggio e connettività dei pazienti Masimo Root. Il controllo dei segni vitali, disponibile per i clienti Root nuovi ed esistenti attraverso un aggiornamento del software, aumenta la versatilità di Root contribuendo ad automatizzare i workflow dei test dei parametri vitali ospedalieri.
Root è una piattaforma potente ed espandibile che integra una serie di tecnologie, dispositivi e sistemi per fornire soluzioni multimodali di monitoraggio e connettività in un unico hub centrato sul medico. Le funzionalità di espansione plug-and-play di Root consentono ai medici di semplificare il monitoraggio dei pazienti riunendo la CO-ossimetria a impulsi SET04 arcobaleno, il monitoraggio delle funzioni cerebrali, la saturimetria regionale, la capnografia e le misurazioni dei segni vitali su un display personalizzabile e facile da interpretare, fornire ai medici informazioni importanti per effettuare valutazioni del paziente.
Root Vital Signs Check consente ai medici di snellire i workflow di misurazione dei segni vitali e ottimizzare la gestione dei dati dei pazienti attraverso l’associazione automatica dei pazienti, con la possibilità di associare rapidamente i medici alle loro sessioni di misurazione e ai pazienti con i loro dati utilizzando la scansione dei codici a barre o un menu a discesa che estrae i dati dal sistema ADL di un ospedale.
Permette inoltre anche la raccolta centralizzata dei dati tramite un unico dispositivo. La radice, con l’uso del suo supporto opzionale, funge da comodo punto di raccolta dati mobile per una varietà di misurazioni integrate, tra cui saturazione dell’ossigeno, frequenza cardiaca, frequenza respiratoria, emoglobina non invasiva e sangue non invasivo pressione e temperatura. I medici possono anche inserire fino a 30 misurazioni aggiuntive per la documentazione immediata e la convalida al letto del paziente, configurate per i protocolli di ciascuna area di cura.
I punteggi di allarme precoce configurabili possono essere inoltre calcolati utilizzando fino a 14 contributori sottoposti a misurazione e inseriti manualmente, come stabilito dal protocollo ospedaliero.
E’ possibile, in più, anche la cartografia elettronica immediata al capezzale, con la possibilità di inviare dati completi e completi alla cartella clinica elettronica dell’ospedale con il semplice tocco di un pulsante. Se una connessione di rete viene interrotta o disponibile solo in un punto di accesso, Root può memorizzare fino a 1.000 sessioni e trasferire automaticamente tutti i dati sull’EMR una volta disponibile l’accesso alla rete, risparmiando tempo e riducendo al minimo la necessità di documentazione manuale. La memoria locale, abbinata a identificatori univoci del paziente, consente inoltre ai clinici di seguire e valutare i progressi nel tempo dal lato del letto, il che può aiutare a identificare i modelli di deterioramento.

ASL TO3: un’app per orientare i dipendenti nell’organizzazione e nei servizi aziendali

La proposta giunta nei giorni scorsi alla Direzione aziendale da parte del Comitato Unico di Garanzia di migliorare la conoscenza dell’organizzazione aziendale istituendo incontri informativi a iniziare dai neo-assunti è stata recepita dall’Azienda e, con l’occasione, trasformata in qualcosa di … Per saperne di più