Print Friendly, PDF & Email

Schrödinger ha annunciato una collaborazione con AstraZeneca finalizzata all’utilizzo della propria piattaforma computazionale avanzata per aiutare ad accelerare la scoperta di nuovi farmaci.

La piattaforma computazionale di Schrödinger abbina il modelling su base fisica e l’apprendimento automatico per consentire ai chimici di predire la potenza del legame tra una molecola e una proteina target. Questo aumenta la probabilità che, una volta sintetizzati, i composti avranno le proprietà adeguate necessarie per ulteriori sviluppi e riduce il numero di composti da sintetizzare.

La piattaforma di Schrödinger sarà utilizzata dai chimici medici e computazionali di AstraZeneca per aiutare a migliorare la progettazione di composti per identificare nuovi potenziali candidati terapeutici.

Per garantire un trasferimento completo delle conoscenze, il team di Schrödinger lavorerà a stretto contatto e condividerà le migliori pratiche con AstraZeneca per aiutare a integrare la piattaforma nel flusso di lavoro di individuazione dei farmaci.

Garry Pairaudeau, Global Chemistry Lead, R&S, AstraZeneca, ha commentato: “Il nostro obiettivo strategico è trasformare il design dei farmaci utilizzando tecnologie digitali innovative. In questa collaborazione con Schrödinger, non vediamo l’ora di realizzare il potenziale della modellazione predittiva basata sulla fisica e dell’apprendimento automatico per aiutarci a fornire composti di qualità superiore in modo più efficace. “

“Siamo entusiasti di lanciare questa collaborazione. AstraZeneca è leader nell’abbracciare il potenziale della tecnologia per rimodellare la scoperta dei farmaci e non vediamo l’ora di supportarli per fornire la loro visione per il futuro del design dei farmaci”, ha affermato il CEO di Schrödinger Ramy Farid.

Share Button