Print Friendly, PDF & Email

Nuovi pazienti per il servizio di radiologia domiciliare, operativo dal 2015 presso l’Aslto3, che è stato ulteriormente potenziato nel corso della stagione invernale 2018/2019 per ridurre i disagi connessi allo spostamento dei pazienti dal proprio domicilio, evitando i ricoveri impropri e migliorando la loro qualità di vita. L’obiettivo è infatti quello di consentire, attraverso l’utilizzo di attrezzature portatili, l’esecuzione di radiografie al domicilio, circostanza di grande importanza specie nel caso di persone anziane e disabili le cui condizioni di salute non permettono il trasporto in una struttura ospedaliera.

Il servizio è, infatti, rivolto ai pazienti in situazioni di allettamento o disabilità psico-fisica tale da rendere difficile o sconsigliabile lo spostamento dal proprio domicilio; non è pertanto da considerarsi sostitutivo rispetto ad un servizio di radiologia “ospedaliera”.
Pur rappresentando, infatti, una preziosa risorsa a beneficio della persona assistita, la diagnostica domiciliare è pensata come valida alternativa al servizio ospedaliero soltanto per gli esami per i quali la tecnologia portatile sia in grado di garantire adeguati livelli qualitativi e di sicurezza.
La richiesta di prestazione “al letto del paziente” può essere effettuata sia tramite il Servizio delle Cure Domiciliari, sia da parte dei Medici di Medicina Generale per i propri assistiti, non necessariamente inseriti in un regime di Cure Domiciliari. L’équipe della Radiodiagnostica di Rivoli valuta la richiesta secondo i criteri di appropriatezza clinica e, a seguire, Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, appositamente formati, vengono inviati al domicilio del paziente per eseguire l’esame richiesto. Il Servizio, disponibile in tutti i Distretti dell’ASLTO3, conta già nei primi quattro mesi del 2019 oltre 80 esami effettuati, con alto gradimento da parte dei pazienti e dei loro caregiver.

È così che, sulla spinta delle forze messe in campo e previste con il Piano di Sovraffollamento per la gestione dell’iperafflusso invernale, il servizio di radiologia domiciliare in ASLTO3 ha subito un forte potenziamento, anche grazie all’attività di comunicazione e informazione volta a raggiungere i cittadini su tutto il territorio di competenza.
La Radiologia domiciliare rappresenta un servizio “ponte” tra ospedale e territorio. Uno dei principali obiettivi è quello di garantire la continuità delle cure, valorizzando le potenzialità di strumenti a supporto della telemedicina, particolarmente importanti nelle aree non urbane e difficili da raggiungere; ciò si verifica anche in ottemperanza del Piano Nazionale Cronicità, il quale prevede la semplificazione nell’accesso alle cure, grazie ad un’integrazione stabile tra i diversi livelli assistenziali. Le tecnologie possono potenziare il sistema delle cure domiciliari, favorendo il mantenimento dei soggetti nel proprio contesto abitativo e sociale e migliorando la cooperazione tra gli interventi di tipo sanitario e sociale in un’ottica di ottimizzazione delle risorse e miglioramento dell’appropriatezza della presa in carico globale.

Share Button