Print Friendly, PDF & Email

Royal Philips sta evidenziando le sue ultime innovazioni nel campo della cura cardiaca alla 68a Sessione scientifica ed esposizione annuale ACC.19 a New Orleans, Stati Uniti dal 16 al 18 marzo. Con il suo portafoglio integrato per un’efficace ed efficace assistenza cardiaca, Philips supporta i medici e gli amministratori sanitari per migliorare i risultati, migliorare l’esperienza del paziente, aumentare la soddisfazione del personale e ridurre i costi di consegna delle cure.
Al congresso Philips presenta il suo nuovo sistema Azurion con FlexArm, che stabilisce un nuovo standard per l’imaging del paziente e la flessibilità di posizionamento per le procedure guidate da immagini. Durante interventi sempre più complessi, i medici devono visualizzare rapidamente e facilmente l’anatomia critica e identificare i cambiamenti al paziente durante la procedura. Azurion con FlexArm include una serie di innovazioni che rendono più facile per il medico eseguire l’imaging su tutto il paziente sia in 2D che in 3D. Mentre il clinico sposta il sistema, il fascio di immagini mantiene automaticamente l’allineamento con il paziente, consentendo una visualizzazione più coerente e consentendo loro di mantenere la concentrazione sul trattamento.
Integrazione delle informazioni fisiologiche con l’angiogramma

La co-registrazione Philips SyncVision iFR fa avanzare ulteriormente la fisiologia mappando il profilo di pressione dell’intera nave sull’angiogramma, fornendo una guida fisiologica per il trattamento all’interno della nave. Con la co-registrazione iFR, i medici possono identificare le posizioni precise che causano ischemia, pianificare la lunghezza dello stent e il posizionamento con uno stent virtuale e prevedere un miglioramento fisiologico. Philips SyncVision con registrazione iFR fornisce ai medici un’immagine fisiologica completa che consente loro di vedere chiaramente e trattare in modo ottimale.

All’ACC.19 Philips annuncerà la presentazione dei dati dello studio DEFINE PCI, che ha valutato il livello di ischemia residua riscontrata nei pazienti dopo interventi coronarici percutanei.
Philips ha recentemente annunciato IntelliSpace Cardiovascular 4.1, il suo sistema di gestione delle immagini e delle informazioni cardiovascolari di nuova generazione. Progettato per semplificare il flusso di lavoro e migliorare le prestazioni operative, IntelliSpace Cardiovascular 4.1 aggrega le informazioni sui pazienti in un’unica soluzione per fornire una visione olistica per facilitare un processo decisionale più informato. L’ultima versione si basa sulle funzionalità di reporting pediatrico esistenti, riconoscendo la natura importante e unica dell’ambiente pediatrico. I medici possono ora completare i propri flussi di lavoro in modo più efficiente in un browser Web, mentre l’integrazione con Philips Forcare consente la condivisione dei dati dei pazienti tra i sistemi sanitari e gli ospedali.

Costruito sulla potente piattaforma ecografica EPIQ, EPIQ CVx è progettato specificamente per aumentare la sicurezza diagnostica e semplificare il flusso di lavoro per i medici in cure cardiache, dando loro più tempo per interagire con i loro pazienti e riducendo la necessità di ripetere le scansioni. Include maggiore potenza di elaborazione, eccezionale nitidezza e nitidezza delle immagini, maggiore efficienza degli esami e una quantificazione più robusta e riproducibile, grazie all’intelligenza anatomica. Philips offre anche EPIQ CVxi, specificamente progettato per l’uso nel laboratorio interventista. Include EchoNavigator, che aiuta i cardiologi interventisti a supervisionare in modo più chiaro le procedure insieme alla posizione delle strutture anatomiche chiave combinando l’ecografia live e le informazioni dei raggi X in un’unica vista intuitiva.

Share Button