Print Friendly, PDF & Email

In occasione dell’ottava edizione dell’International Symposium on the Diabetic Foot, tenutosi lo scorso 20 Maggio a The Hague, l’International Working Group on DiabeticFoot IWGDF – massima istituzione internazionale del settore composta da scienziati di molti Paesi del mondo ha rilasciato le nuove linee guida sul trattamento del piede diabetico nominando gli studi sulla Tecnologia Optima Molliter ben 18 volte all’interno delle prime raccomandazioni di trattemento per lo scarico dell’ulcera diabetica plantare.

Questo importante riconoscimento consacra Optima Molliter la realtà leader del segmento wound care riconosciuta e quotata dalla più alta istituzione internazionale dedicata alla cura dell’ulcera diabetica plantare.

I due Studi Scientifici coordinati dal Prof Piaggesi della Clinica Universitaria Pisana, ed effettuati con le Tecnologie Optima Molliter hanno consentito di cambiare il trattemento di Offloading. Grazie a questo molte persone al mondo finalmente guariranno ed avranno una migliore qualità di trattamento e di vita. “L’ultima edizione dell’International Symposium on Diabetic Foot ci ha permesso di stringere strategici accordi commerciali tra i quali, quello con un importante Compagnia di Distribuzione in Cina, consolidando l’efficacia dell’impegno nella ricerca clinica come valore commerciale concreto e del nostro algoritmo di trattemento come “lingua franca” in ogni luogo del mondo”, dichiara Franco Salvatelli, Head of R&D Departmenet e socio di Optima Molliter.

L’Internatioanal Working Group on Diabetic Foot, produce le linee guida bastate sulle evidenze scientifiche multidisciplinari per informare i professionisti sanitari di tutto il mondo sulla prevenzione e gesione della complicanza “Piede Diabetico”

Dall’edizione del 2007 ad oggi, l’ascesa di Optima Molliter si è concretizzata con l’ennesimo traguardo: Gli studi che hanno visto protagonista questa tecnologia, hanno cambiato sostanzialmente le linne guida di trattamendo dell’ Off-loading della ferita decretando il nuovo Gold standard.

Nel 2007, la rivista americana Diabete Care pubblica lo studio sul tutore Optima Diab, tutore gamba-piede alto non removibile con interfaccia plantare modulabile per il trattamento dell’ulcera diabetica plantare, dove si simostra che questo strumento è comparabile al Gold Standard, Total Contact Class definendolo sicuro ed efficace, più economico e di migliore fruibilità e gradimento da parte del paziente. Nel 2015, le linee guida aprono le porte ad una totale complementarietà tra TCC e tutore non rimovibile reso rimovibile per lo scarico dell’ulcera del piede diabetico.

L’evoluzione di Optima Diab e della non removibilità ha portato alla ingegnerizzazione ed industrializzazione della sua evoluzione: Optima Molliter firma MOTUS SMART, – premiato con l’Innovation Awards Honoree in Wearable Technologies al CES 2019 di Las Vegas,- consente al mercato mondiale di poter contare su presidi customizzabili che, modulati sulle caratteristiche fisiche del paziente garantiscono la totale discrezione e la completa autonomia nel movimento. La struttura MOTUS SMART  è implementata con sensoristica by Sensoria dà vita al primo tutore al mondo che monitora in real time l’aderenza del paziente alla terapia: misurando le performances e i parametri del paziente H24, assicura la comunicazione congiunta all’istituto medico e a colui che indossa il supporto, segnalando anomalie, comportamenti scorretti, situazioni di rischio o eventuali indicazioni a colui che indossa il presidio. Microsoft sposa subito il progetto mettendo a disposizione del progetto la piattaforma Cloud “Azure”.

Optima Molliter, Sensoria, Microsoft sono stati invitati al prestigioso evento internazionale DFCON 2019 di Hollywood il prossimo ottobre, e presenteranno Motus Smart insieme a David Armstong del USC UNIVERSITY ad un pubblico di scienziati provenienti da tutto il mondo.

Share Button