Nuovi spazi per la dialisi all’Ospedale Regionale di Lugano

Print Friendly, PDF & Email

Rispettano i migliori standard di qualità e sicurezza i nuovi spazi per la dialisi a disposizione all’Ospedale Regionale di Lugano ufficialmente inaugurati oggi. All’Ospedale Civico, il paziente trova 31 postazioni di dialisi di ultima generazione, distribuite su uno spazio di 630 metri quadri, che tengono conto anche di elevati criteri di confort per gli utenti. Si tratta di uno dei principali centri di emodialisi in Svizzera, con oltre 90 pazienti a carico e una media di circa 15’000 trattamenti effettuati ogni anno. La nuova struttura ha infine consentito di riunire negli stessi spazi il centro di emodialisi e l’ambulatorio per pazienti con malattie renali.
La struttura dei locali è stata pensata per consentire al personale curante di avere una visione immediata di tutto lo spazio dove sono presenti i pazienti. La comunicazione tra infermieri e pazienti e tra gli stessi infermieri si trova così notevolmente agevolata. Anche i percorsi di accesso dei pazienti ambulatoriali e di quelli ricoverati sono stati separati, così da permettere una presa in carico differenziata. Il livello di sicurezza è stato incrementato, grazie agli impianti di ultima generazione per il trattamento dell’acqua e all’adeguamento delle più recenti norme per la prevenzione del rischio di trasmissione d’infezioni. La struttura dispone di una climatizzazione e di un’illuminazione ottimale supportate dalle più moderne tecnologie. Gli spazi d’attesa per i pazienti sono dimensionati per le esigenze del reparto e l’accesso per i pazienti disabili è stato reso più facile. Anche per tutto il materiale necessario è stato pensato un accesso separato per non disturbare l’attività clinica.
L’EOC offre nelle sue strutture complessivamente 91 postazioni di dialisi in tutto il Cantone e il numero di emodialisi effettuate è passato da 16’000 nel 1999 a 34’000 nel 2016. Il Centro di emodialisi dell’ORL, con le sue 31 postazioni all’Ospedale Civico e le 8 postazioni di Casa Serena, ha dal canto suo effettuato 14’300 trattamenti nel 2016.
Il settore della dialisi ha continuato a espandersi negli ultimi anni. Il 10% della popolazione adulta soffre di un’insufficienza renale di un certo grado; la proporzione sale a una persona su quattro per gli ultrasettantenni. Però, solo poche persone raggiungono lo stadio di insufficienza renale cronica che necessita il ricorso alla dialisi, ma l’invecchiamento della popolazione e la migliore presa in carico delle affezioni cardiovascolari indurranno un aumento di questi casi. Anche perché, nonostante i progressi nella cura dell’ipertensione arteriosa e del diabete mellito, nei prossimi anni non si prospetta una stabilizzazione del numero dei pazienti bisognosi di emodialisi.

Share Button