Nuova tecnologia per la chirurgia spinale del San Matteo di Pavia

Print Friendly, PDF & Email

Ulteriore investimento per dotare la struttura di Ortopedia del San Matteo di Pavia, diretta da Franco Benazzo, di una nuovissima tecnologia di microscopia chirurgica: circa 230.000 euro messi a disposizione e che consolidano ancor di più l’appeal dell’offerta chirurgica del Policlinico.
Il microscopio, di ultimissima generazione, è già in attività da qualche giorno presso la struttura semplice che si occupa di chirurgia spinale: 200 interventi all’anno, molti dei quali di particolare complessità. Le patologie trattate sono tutte quelle a carico della colonna vertebrale, sia a carattere degenerativo, sia traumatologico che oncologico.
L’unità è diretta da Fabrizio Cuzzocrea: “la nuova tecnologia acquisita dal nostro Ospedale – dice – offre una nitidezza visiva e una qualità dell’immagine davvero fuori dal comune” ed è in grado di esplorare canali e cavità profonde del campo operatorio.
Il microscopio per l’ortopedia (che si aggiunge a quello acquisito, recentemente, per la neurochirurgia) consente di catturare e registrare la luce fluorescente, invisibile all’occhio umano, fornendo al chirurgo ulteriori informazioni sulla dinamica de flusso sanguigno durante l’intervento.
L’investimento realizzato copre anche la manutenzione per cinque anni dell’apparecchiatura e interessa la dotazione di un letto operatorio dedicato e studiato ad hoc per la chirurgia spinale, totalmente in carbonio, regolabile, a misura del giusto posizionamento del paziente, con supporti chirurgici speciali.
“Sino a ieri – aggiunge Cuzzocrea- in sala chirurgica abbiamo usato occhialini operatori ingranditori che permettono di visionare adeguatamente le strutture neurologiche e avere un approccio potenzialmente microchirurgico. Continueremo a farlo, ovviamente, ma avremo un sostegno tecnologico in più. Con il nuovo microscopio possiamo garantire una qualità dell’intervento maggiore. E penso a quanto possa essere utile per l’asportazione di tumori particolarmente difficili”.

Nessun articolo correlato
Share Button