Print Friendly, PDF & Email

Novartis ha diffuso i risultati finaziati relativi al secondo trimestre dell’esercizio 2019, periodo in cui il fatturato delle attività in prosecuzione cresce dell’8%, trainato da: Cosentyx, che ha raggiunto 858 milioni di dollari, guidato soprattutto dalla costante forte crescita negli Stati Uniti; Entresto, che è cresciuto fino a 421 milioni di dollari, con la maggiore diffusione del trattamento in ospedale e in ambulatorio.

Il fatturato di Oncology è cresciuto del 9%, guidato nel secondo trimestre da Lutathera, Kisqali e Kymriah. Il fatturato di Sandoz è aumentato del 3%, con la crescita extra-Usa che compensa ampiamente la flessione in questo Paese.

Il risultato operativo ‘core’ è cresciuto del 20%, trainato soprattutto dal forte incremento del fatturato e della produttività, migliorando così il margine operativo ‘core’ di 3,2 punti percentuale, fino al 31% del fatturato

L’utile netto nelle attività in prosecuzione è stato nel secondo trimestre di 2,1 miliardi di dollari, in flessione rispetto all’anno precedente, che comprendeva i 5,7 miliardi di dollari realizzati con la vendita della joint venture OTC.

Il free cash flow è cresciuto dell’11%, fino a 3,6 miliardi di dollari, in conseguenza soprattutto del migliore risultato operativo e delle cessioni, compensato in parte dai dividendi ricevuti l’anno prima dalla joint venture OTC.

L’innovazione punto di riferimento continua con l’aggiunta di nuovi potenziali blockbuster: Zolgensma, terapia genica lanciata negli Stati Uniti per il trattamento dell’atrofia muscolare spinale nei bambini sotto i due anni, con solidi dati presentati all’AAN che ne dimostrano l’efficacia in un ampio spettro di pazienti; Piqray, lanciato per il trattamento del carcinoma mammario avanzato con mutazione PIK3CA; SEG101, per il trattamento dell’anemia falciforme, in corso di registrazione in Europa e negli Stati Uniti, dove la FDA gli ha riconosciuto la priority review.

Previsioni per il 2019 relative alla nuova azienda focalizzata sui farmaci: fatturato in crescita a una singola cifra alta; risultato operativo in crescita a doppia cifra, da bassa a media; crescita del fatturato per entrambe le divisioni.

Commentando i risultati, il CEO di Novartis Vas Narasimhan ha dichiarato: “Nella prima metà del 2019 Novartis, in qualità di azienda focalizzata sui farmaci, ha realizzato una performance eccezionale, con un forte fatturato e produttività che guidano una crescita a doppia cifra del risultato operativo core, con un ampliamento del margine. Alla luce di questo andamento dinamico, abbiamo rivisto in crescita le nostre previsioni per l’intero anno sia per fatturato sia per il risultato operativo. Continuano i progressi nella nostra innovativa pipeline di farmaci, con i lanci di Zolgensma e Piqray, e siamo in attesa dei positivi risultati dei trial pivotali su Entresto nella prevenzione dello scompenso cardiaco a frazione d’eiezione ridotta, di ofatunumab nella sclerosi multipla e di fevipiprant nell’asma.”.

Share Button