Nasce a Parma il dipartimento interaziendale di emergenza-urgenza

Print Friendly, PDF & Email

Presa in carico tempestiva e specialistica del paziente, appropriatezza dei percorsi clinici e qualità delle cure: questo è il dipartimento interaziendale di Emergenza-Urgenza della provincia di Parma. Un dipartimento nato dall’integrazione delle strutture dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria e dell’Ausl che consolida il forte legame esistente con l’Università di Parma. A guidare la squadra dei professionisti il primario del Pronto Soccorso e Medicina d’urgenza Gianfranco Cervellin.
Il dipartimento è stato presentato oggi nella sala congressi del Maggiore dai direttori generali di Azienda Ospedaliero-Universitaria e Azienda Usl, Massimo Fabi e Elena Saccenti, insieme al Rettore dell’Università di Parma Paolo Andrei.
“Il dipartimento di Emergenza Urgenza – spiega Massimo Fabi – è frutto di una storia che parte da lontano e che vede Parma, oggi come ieri, raggiungere obiettivi importanti, nell’ottica di un miglioramento continuo nella qualità della cura e dell’assistenza. Un traguardo conquistato grazie all’impegno e alla dedizione di tutti professionisti e all’impulso della Regione e dell’Assessore alle politiche per la salute Sergio Venturi. Con l’istituzione del dipartimento – conclude Fabi – mettiamo a sistema tutte le competenze presenti all’interno delle Aziende sanitarie e proseguiamo un percorso già avviato in campo tecnico e amministrativo che stiamo portando avanti con l’integrazione delle competenze cliniche e assistenziali”.
Di miglioramento dei livelli di qualità con un “coordinamento tra il Pronto soccorso di Parma e le strutture di Pronto soccorso dell’ospedale di Vaio e di Borgo Taro” parla il direttore generale di Azienda Usl Elena Saccenti, che rimarca “il lavoro svolto dall’emergenza territoriale e l’implementazione delle postazioni per l’elisoccorso, attuate dalla Regione”.
“Competenza e concretezza contraddistinguono la nascita del dipartimento che – spiega Paolo Andrei – vede l’Università e il dipartimento di Medicina e Chirurgia proseguire un lavoro iniziato da Loris Borghi, con l’ateneo e la scuola di specializzazione in emergenza-urgenza a fianco dei professionisti del Maggiore e dell’Ausl”.
Un coordinamento unico, dunque, con la scelta del più adeguato percorso clinico assistenziale per garantire la giusta assistenza ad ogni paziente, nel giusto ospedale e nel tempo giusto. “La razionalizzazione dei percorsi clinici è uno dei nostri obiettivi – spiega il neo direttore Gianfranco Cervellin, nominato all’unanimità a capo del dipartimento. “Ringrazio i direttori delle Aziende sanitarie – ha dichiarato Cervellin – e tutti i professionisti del dipartimento per la fiducia che hanno voluto accordarmi e per la qualità e la competenza che quotidianamente offrono nei loro reparti”.
A fianco del neo direttore hanno presentato il nuovo dipartimento i direttori: Gianni Rastelli, Pronto soccorso e Medicina d’urgenza Ospedale di Vaio, Sandra Rossi, 1°anestesia e Rianimazione, Fausto Catena Chirurgia d’Urgenza. Adriano Furlan, Centrale operativa 118 Emilia Ovest, Ermanno Giombelli Neurochirurgia. Insieme ai direttori di struttura complessa erano presenti il responsabile del Punto di Primo Intervento dell’Ospedale di Borgotaro Melchior Franco Carzedda e i responsabili dei programmi per le Attività interventistiche in neuroradiologia Roberto Menozzi, Attività di procurement, Stefano Lunardi e Percorso stroke care Umberto Scoditti.

Share Button