Print Friendly, PDF & Email

Il mercato della terapia genica ha rappresentato 584 milioni di dollari nel 2016, raggiungendo 4.402 milioni di dollari entro il 2023, e si stima che registrerà il 33,3% CAGR dal 2017 al 2023. Il Nord America è il miglior contributo al mercato della terapia genica 2016. Tuttavia, si prevede che la regione dell’Asia del Pacifico crescerà al tasso più alto durante il periodo di previsione.
La terapia genica è un trattamento promettente che può essere applicato a una vasta gamma di malattie. Il loro scopo non è solo quello di alleviare i sintomi, ma anche di trattare fondamentalmente la causa della malattia.
Sono efficaci per una vasta gamma di malattie precedentemente non trattate come malattie del sangue, malattie degli occhi, malattie neurodegenerative e alcuni tumori. Ad esempio, il vettore AAV2 associato adeno che trasporta un’iniezione intraretinale di gene terapeutico ha migliorato la visione delle persone con cataratta congenita inversa. La terapia genica può essere applicata in combinazione con prodotti cellulari in una modalità di trattamento ex vivo o somministrata direttamente in vitro. Alcuni vettori hanno opzioni clinicamente rilevanti, come adenovirus, virus adeno-associati e lentivirus.

L’aumento dei finanziamenti per le attività di ricerca e sviluppo relative alla terapia genica e l’aumento della consapevolezza riguardo alla terapia genica sono i principali fattori che guidano la crescita del mercato. Inoltre, l’aumento del sostegno del governo, l’accettazione etica della terapia genica per il trattamento del cancro e l’aumento della prevalenza del cancro possono alimentare la crescita del mercato della terapia genica. Tuttavia, i costi elevati associati al trattamento e le risposte immunitarie indesiderate dovrebbero ostacolare la crescita del mercato.
Tra i tipi di vettori, i vettori virali contribuiscono alla quota maggiore nel 2016 e si stima che mantengano la stessa tendenza durante il periodo di previsione. Si prevede che il vettore non virale sia un mercato redditizio a causa del progresso tecnologico di questi vettori con risultati positivi per queste terapie durante gli studi preclinici e clinici per il trattamento di varie malattie.
Tra i tipi di geni, l’antigene domina la contabilizzazione complessiva del mercato per i due noni della quota totale nel 2016. Tra le applicazioni, i disturbi oncologici sono i principali fattori che contribuiscono alla crescita del mercato.
Nel 2016, il Nord America ha rappresentato il massimo contributo alle entrate totali generate, a causa dell’elevato tasso di prevalenza del cancro, della presenza di alto reddito disponibile e degli elevati finanziamenti per le attività di ricerca e sviluppo associate alla terapia genica. Tuttavia, si prevede che l’Asia-Pacifico assisterà al CAGR più elevato durante il periodo di analisi, attribuibile all’aumento del tasso di incidenza del cancro, all’aumento delle iniziative del governo per migliorare le infrastrutture sanitarie e all’aumento della spesa sanitaria.
Si prevede che i vettori non virali crescano alla massima velocità durante il periodo di analisi. Inoltre, il segmento dei disturbi oncologici ha generato le entrate più elevate e si prevede che continuerà a dominare in futuro.
Il Nord America ha dominato il mercato globale della terapia genica nel 2016 e si prevede che continuerà a dominare in futuro. La Cina dovrebbe crescere più in alto nella regione Asia-Pacifico durante il periodo di previsione. L’antigene è stato il principale contributo tra i segmenti di tipo genico.
Le società chiave descritte nel rapporto includono: Novartis, Kite Pharma, PLC GlaxoSmithKline, Spark Therapeutics, Bluebird bio, Genethon, Transgene SA, Applied Genetic Technologies Corporation, Oxford BioMedica, NewLink Genetics Corp.
Altri attori di spicco nella catena del valore includono Amgen, Epeius Biotechnologies, Abeona Therapeutics, Sanofi, UniQure, Juno Therapeutics, Adaptimmune, Celgene e Advantagene.

Share Button