Print Friendly, PDF & Email

A seguito di procedura selettiva il dottor Marco Trebbi è stato nominato direttore dell’Unità operativa di Otorinolaringoiatria del Presidio Ospedaliero di Rimini – Santarcangelo – Novafeltria. E’ operativo da inizio marzo. Il professionista è stato  presentato questa mattina con una conferenza stampa cui hanno partecipato anche il direttore del presidio ospedaliero dottor Gianfranco Cicchetti ed il direttore sanitario aziendale dottor Stefano Busetti.

Dal 2009 e fino al momento della nomina, il dottor Trebbi, 45 anni, ha lavorato come dirigente medico presso la struttura complessa di Otorinolaringoiatria dell’Azienda Ospedaliero–Universitaria “Policlinico di Modena”, dove ha svolto una intensa attività clinico assistenziale di tipo medico e chirurgico, partecipando a più di tremila interventi chirurgici in veste di primo operatore o aiuto.

Laureatosi con lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Modena e Reggio Emilia nel 1999, si è specializzato in Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico Facciale nel 2003, a Modena, sempre col massimo dei voti.

Autore di diverse pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali, il dottor Trebbi ha partecipato e tenuto relazioni a numerosi corsi e congressi, all’estero e in Italia, in tema di patologia e chirurgia specialistica otorinolaringoiatria, dissezione chirurgica, patologia e chirurgia nasale e dei seni paranasali, fonochirurgia e oncologia del distretto cervico-facciale.

L’Unità operativa di Otorinolaringoiatria del presidio riminese afferisce al Dipartimento Testa-Collo  dell’Azienda USL della Romagna. L’attuale dotazione organica prevede 11 medici compreso il primario. Il reparto di degenza, situato a Rimini, conta 12 posti letto ordinari più 1 di day hospital.

Sono circa 1.200 l’anno i pazienti ricoverati nel reparto  con una degenza media di circa 3 giorni. Per quanto riguarda l’attività ambulatoriale, le prestazioni annuali eseguite sono circa 45mila, su più sedi, tra visite ordinarie, esami, controlli, consulenze per il Pronto soccorso, consulenze per interni e visite urgenti ad accesso diretto. Relativamente all’attività chirurgica, nei primi nove mesi di quest’anno sono stati effettuati 1.070 interventi chirurgici.

“Intendo in primo luogo ringraziare la Direzione – ha detto il professionista presentandosi – per aver integrato l’equipe con due nuovi medici, giovani e motivati. Grazie a questo, e ad alcune migliorie organizzative, stiamo incrementando il numero di interventi chirurgici e, conseguentemente, diminuendo i tempi d’attesa anche per gli interventi non gravi come ad esempio la tonsillectomie. Nei primi nove mesi del 2019, ad esempio, abbiamo già eseguito 80 interventi ai seni paranasali, 30 tiroidectomie, 30 interventi per dotti lacrimali chiusi in collaborazione con gli oculisti, 17 interventi alle corde vocali di cui 11 con laser e 6 laringectomie. Stiamo inoltre incrementando la chirurgia sulle ghiandole salivali e potenziando l’attività di Urgenza otorino in ospedale, dove l’estate scorsa abbiamo avuto fino ad un’ottantina di accessi al giorno. Abbiamo inoltre meglio strutturato il percorso del paziente con patologia otorino oncologica col meeting multiprofessionale”.

Il dottor Busetti ha evidenziato come l’arrivo del dottor Trebbi faccia parte di un lavoro di forte potenziamento dei primariati: “Dal 2016 – ha ribadito il direttore sanitario – in tutta la Romagna abbiamo effettuato selezioni per circa 70 figure di apicali, un terzo delle quali per l’ambito territoriale di Rimini. Solo per restare sull’ospedale di Rimini, nelle prossime settimane presenteremo i nuovi primari di Pronto soccorso e Neurologia e presto effettueremo i concorsi per l’Anatomia patologica ed il Servizio immunotrasfusionale”.

Share Button