Print Friendly, PDF & Email

Roche Group ha fornito un aggiornamento sulle varie azioni che la società sta intraprendendo per affrontare la pandemia di COVID-19.

Roche avvia uno studio globale di fase III e raccoglie dati sulla potenziale utilità di Actemra in pazienti con polmonite COVID-19 grave.
Il 19 marzo 2020, Roche ha confermato l’avvio di uno studio clinico di Fase III randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, in collaborazione con la Biomedical Advanced Research and Development Authority, parte dell’US Health and Human Services Office del Assistente segretario per la preparazione e la risposta. Lo studio, COVACTA, valuterà la sicurezza e l’efficacia di Actemra/RoActemra per via endovenosa al di sopra dello standard di cura nei pazienti adulti ospedalizzati con polmonite da COVID-19 grave rispetto al placebo al di sopra dello standard di cura.

Questo è il primo studio globale di Actemra/RoActemra in questo contesto. Oltre allo studio Roche, Roche sta anche seguendo con attenzione studi clinici condotti in modo indipendente, su più medicinali tra cui Actemra, che si svolgono in tutto il mondo.

Al momento, non esistono studi validi e ben controllati che dimostrino la sicurezza e l’efficacia di Actemra nel trattamento clinico della polmonite COVID-19 e Actemra non è attualmente approvato per questo uso.

Nonostante alcune delle difficoltà logistiche e di approvvigionamento dovute a COVID-19, Roche è stata in grado di continuare a fornire medicinali salvavita ai pazienti di tutto il mondo, grazie alla resilienza della sua rete globale. Attualmente, continuiamo a riscontrare interruzioni limitate e monitoriamo continuamente la situazione.

Con l’annuncio di nuovi studi clinici e un potenziale aumento della domanda di Actemra, Roche sta lavorando con urgenza per accelerare la capacità di produzione per massimizzare la produzione di Actemra ove possibile con l’obiettivo di aumentare l’offerta disponibile a livello globale.

Mentre Roche garantisce una visione globale coordinata delle richieste di fornitura aggiuntive, la fornitura di medicinali è gestita a livello nazionale secondo le norme e le normative locali e in stretta collaborazione con le autorità.

Come leader nella diagnostica, Roche si impegna a fornire soluzioni di test per le emergenze sanitarie più difficili del mondo. Il 12 marzo 2020, Roche ha ricevuto l’autorizzazione all’uso di emergenza della FDA per il test cobas SARS-CoV-2 per rilevare il nuovo virus che causa la malattia COVID-19. Il test è disponibile anche nei mercati che accettano il marchio CE.

Roche si impegna a fornire il maggior numero possibile di test entro i limiti della fornitura e di fornire i test del coronavirus in aree in cui possono essere immediatamente efficaci. I test verranno spediti dai siti di produzione di Roche verso località in cui è presente l’infrastruttura appropriata e i test potranno iniziare senza indugio.
Al tasso di produzione massimo attuale, Roche può fornire milioni di test al mese sugli strumenti cobas 6800/8800 e sulla soluzione MagnaPure / Lightcycler. Roche sta lavorando 24 ore su 24 per aumentare tale quantità poiché l’azienda riconosce l’importanza dei pazienti che hanno accesso a questi test critici.

Per salvaguardare l’offerta, Roche consiglia vivamente di concentrare i test COVID-19 su pazienti con segni e sintomi della malattia, non su ampi test su una popolazione sana.

Roche si impegna a fare tutto il possibile per garantire un’adeguata fornitura dei nostri medicinali e test durante questa pandemia, ma non possiamo farcela da soli. Roche chiede ai governi di tutto il mondo di lavorare a stretto contatto con l’industria per far funzionare la produzione e l’offerta e per aiutarci a soddisfare la domanda in tutto il mondo.

Garantire il libero flusso di beni vitali attraverso i confini nazionali per mantenere in funzione la produzione e l’offerta; considerare pragmatici adeguamenti temporanei delle normative in materia di imballaggi, recensioni, dogane ecc. per accelerare la consegna di forniture mediche urgentemente necessarie; lavorare insieme tra i governi a livello internazionale, al fine di bilanciare le esigenze globali.

Share Button