Print Friendly, PDF & Email

Royal Philips ha annunciato i risultati chiave dello studio Philips Radiology Staff in Focus. Questa nuova ricerca fa luce sui punti dolenti che esistono specificamente per i tecnologi di radiologia e i direttori delle immagini che lavorano negli Stati Uniti, in Francia, Germania e Regno Unito e identifica le aree in cui la tecnologia e l’informatica possono apportare miglioramenti significativi al flusso di lavoro, ai risultati di imaging e ai pazienti e soddisfazione del personale.

In tutti e quattro i paesi esaminati, i tecnici di radiologia e i direttori delle immagini hanno espresso, in media, solo una moderata soddisfazione per il loro lavoro. Con la pressione sui reparti di imaging che aumentano tra l’aumento dei volumi dei pazienti e una carenza globale di personale qualificato, è fondamentale che i sistemi sanitari considerino come mantenere o migliorare la soddisfazione del personale per ridurre al minimo l’attrito.

“L’argomento del burnout è un importante argomento di discussione in radiologia, ma non è stata messa a fuoco in modo sufficiente la comprensione delle sfide specifiche affrontate dai tecnici di radiologia e dai direttori delle immagini”, ha affermato Kees Wesdorp, direttore generale, Diagnostic Imaging presso Philips. “Questi stakeholder critici hanno una responsabilità diretta per l’acquisizione e la qualità delle immagini, le operazioni e l’assistenza ai pazienti. Mentre sviluppiamo soluzioni di imaging che migliorano la radiologia migliorando il flusso di lavoro e l’efficienza, l’integrazione dei dati e l’intelligenza artificiale, è importante supportare il personale di radiologia per fornire il meglio per l’assistenza a ciascun paziente”.

Mentre i tecnici di radiologia sono abbastanza chiari sulle cause di inefficienza nei loro dipartimenti, molti non si sentono in grado di effettuare il cambiamento. In media, il 43% si è sentito o “per nulla potenziato” o solo “in qualche modo potenziato” per effettuare un cambiamento nel proprio dipartimento.

L’imaging funziona come un sistema e può fornire le massime prestazioni solo quando tutte le parti interessate sono autorizzate a svolgere il proprio lavoro in modo efficace. Il personale di imaging è in prima linea nella cura dei pazienti ed è essenziale armarli con le giuste informazioni per consentire un flusso di lavoro che dia loro più tempo con i pazienti. Concentrare gli sforzi di innovazione in queste aree sulle esigenze del personale di imaging ha un grande potenziale per migliorare il flusso di lavoro e la produttività, migliorare la soddisfazione dei pazienti e ridurre lo stress e il burnout del personale.

Quando è stato chiesto quale fosse il più grande ostacolo per ottenere l’immagine giusta la prima volta, i tecnologi hanno citato la mancanza di preparazione del paziente e le informazioni sul paziente come contributore principale. I fattori tecnologici sono stati i secondi. Il flusso di lavoro e il supporto dei colleghi sono al terzo posto.

Mentre il personale considera molti fattori importanti per la loro soddisfazione sul lavoro, quelli che apprezzano maggiormente riguardano la loro capacità di lavorare in gruppo per fornire cure altamente competenti e incentrate sul paziente. Tuttavia, varie richieste per il loro tempo significano che non possono concentrarsi su queste aree quanto vorrebbero. Il rapporto offre spunti di queste principali parti interessate sulle loro principali sfide, tra cui fonti di stress, sicurezza tecnologica, lacune nella comunicazione e nelle informazioni e come possiamo iniziare ad affrontarle in modo più efficace.
Secondo lo studio, lo stress tra i tecnologi di radiologia è allarmante, con il 40-97% dei tecnici che riporta livelli di stress da lavoro moderati a gravi. In qualità di corollario, i tecnici di ogni area geografica hanno riportato un significativo burnout, con oltre un terzo degli intervistati che hanno riportato livelli di burnout da moderati a elevati. Se combinati con alti livelli di burnout per i radiologi, questi numeri dimostrano un problema sistemico attraverso l’imaging. In ogni area geografica, il carico di lavoro è stato citato come la principale fonte di stress e burnout per lo staff di imaging.

Share Button