Innovativa tecnica salva cuore all’Ospedale San Gerardo di Monza

Print Friendly, PDF & Email

L’Ospedale San Gerardo di Monza si conferma un centro di eccellenza nella cura di malattie caratterizzate da gravi conseguenze per la salute dei pazienti, tra le quali lo scompenso cardiaco.
L’Equipe della Struttura Semplice di Elettrofisiologia Interventistica e Cardiostimolazione ha infatti da tempo adottato una terapia che prevede un intervento chirurgico per l’innesto di un piccolo dispositivo in grado di emettere impulsi elettrici al cuore quando si manifesta un rallentamento del battito cardiaco o un battito dissincrono.
Grazie all’operato dell’equipe di medici della struttura ospedaliera, il congegno posto sotto la pelle è infatti capace di stimolare varie parti del muscolo cardiaco con la corretta sequenza, producendo la cosiddetta re-sincronizzazione cardiaca, migliorando così la capacità del cuore di inviare il sangue in tutto il corpo.
L’approccio terapeutico si basa sull’impianto di un particolare pacemaker cardiaco, il Quadra Allure Mp CRT-P, device ultra tecnologico che è stato messo a punto da una multinazionale statunitense leader a livello globale nella produzione di dispositivi medici. Il device è composto da due elementi: lo stimolatore cardiaco e gli elettrocateteri di stimolazione. Lo stimolatore cardiaco viene impiantato appena al di sotto della cute, vicino alla clavicola.
Gli elettrocateteri, invece, sono dei cavi sottili inseriti nel cuore attraverso una vena, che collegano lo stimolatore cardiaco al cuore; questi rilevano il ritmo cardiaco naturale del paziente e trasmettono questa informazione allo stimolatore, che adatta la sua risposta a seconda delle necessità ed emette una serie di impulsi che stimolano il cuore riportandolo a un ritmo regolare. In aggiunta, i quattro elettrodi di cui il dispositivo è dotato permettono di reclutare una maggiore quota di tessuto cardiaco durante la contrazione, favorendo una migliore risposta cardiaca in termini di sincronizzazione e quindi di contrattilità.
Un derivato della tecnologia moderna, compatibile con la Risonanza Magnetica e con il Controllo a distanza, che colloca l’Ospedale San Gerardo di Monza tra i centri di riferimento regionali e nazionali nel processo di gestione dei pazienti con scompenso cardiaco.
L’Ospedale San Gerardo di Monza garantisce un’ampia gamma di servizi e prestazioni sociosanitarie. Il reparto di Cardiologia è dotato di 26 letti per il ricovero ordinario, di 8 letti di terapia semintensiva cardiochirurgica/cardiologica e di 8 letti di terapia intensiva cardiologica. Al reparto afferisce la Struttura Semplice di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione diretta dal Dott. Giovanni Rovaris, della cui equipe fanno parte il Dott. Sergio De Ceglia, la Dott.ssa Elena Piazzi, la Dott.ssa Elisabetta Montemerlo e il Dott. Mattia Pozzi.

Share Button