Nessun banner disponibile

Print Friendly, PDF & Email

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus COVID-19, ASUGI sta aumentando il numero di posti letto di terapia sub intensiva pneumologia e di terapia intensiva per poter assistere pazienti con insufficienza respiratoria, allestendo a tal fine il 13° piano della Torre Medica dell’Ospedale di Cattinara.

Parte della dotazione tecnologica necessaria, verrà acquistata grazie al contributo di illycaffè.

L’attrezzatura necessaria all’allestimento del 13° piano è composta da 30 ventilatori per terapia intensiva, 15 ventilatori polmonari per terapia sub intensiva, un sistema monitoraggio parametri vitali per terapia intensiva, un sistema monitoraggio parametri vitali sub intensiva, uno strumento portatile per radiografia, 120 pompe d’infusione, tre ecografi portatili, 20 umidificatori ad alto flusso, due defibrillatori e due sistemi di monitoraggio emodinamico avanzato.

Fondamentali sono i ventilatori polmonari, che consentono di ventilare artificialmente il paziente in insufficienza respiratoria totale o parziale sostituendosi ad esso nel lavoro meccanico di introdurre attraverso le vie aeree superiori opportuni volumi di gas.

Altrettanto fondamentale è il sistema di monitoraggio, che permette la visualizzazione ed il controllo di parametri fisiologici funzionali in tempo reale mediante elettrodi e trasduttori opportunamente collegati al paziente.

Non trascurabile è la necessità di pompe per infondere farmaci, solitamente sono necessarie 4 o 5 unità a posto letto.

Oltre ai ventilatori polmonari, dotare i reparti intensivi o sub intensivi di sistemi di umidificazione ad alto flusso consente il trattamento dei pazienti che respirano autonomamente, ma necessitano di ricevere gas respiratori a flussi elevati, caldi e umidificati.

Importante è la presenza in terapia intensiva di un sistema di monitoraggio avanzato per vedere, monitorare e interagire con i parametri emodinamici in modo da consentire la valutazione di ossigenazione e gittata cardiaca in caso di grave insufficienza respiratoria.

Risultano anche estremamente necessarie le ulteriori apparecchiature portatili per radiologia ed ecografi portatili per poter eseguire gli esami diagnostici al posto letto su pazienti affetti da coronavirus intrasportabili.

“Abbiamo ampliato di oltre 80 nuovi posti letto le terapie intensive della nostra Regione garantendo così assistenza a tutti i cittadini della nostra Regione e non solo; siamo stati di aiuto a chi è in maggior difficoltà. Ringrazio illycaffè che ci permette di concludere la realizzazione del 13° piano di Cattinara dove sono in fase di realizzazione 33 posti letto” ha concluso il Vicepresidente della Regione Friuli-Venezia Giulia con delega alla salute.

Share Button