Print Friendly, PDF & Email

Una speciale struttura sensorizzata per testare gli esoscheletri utilizzati durante la riabilitazione dalle persone colpite da ictus o da lesione spinale. È lo scopo del progetto Step by Step a cui lavorerà il gruppo di ricerca Human Factors, Risk and Safety attivo al Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna.

Coordinato dall’Istituto Dalle Molle di studi sull’Intelligenza Artificiale di Manno, il progetto realizzerà una scala modulare, riconfigurabile nell’inclinazione e nell’altezza dei gradini, connessa ad una serie di sensori che permetteranno di valutare sicurezza, usabilità e confort dei robot indossabili per gli arti inferiori. Oltre all’Alma Mater e all’istituto svizzero partecipano al progetto il CNR Stiima di Milano e il Ceit-IK4 di San Sebastian.

Step by Step nasce all’interno dell’iniziativa europea Eurobench, che ha l’obiettivo di sviluppare il primo modello per la valutazione dei sistemi robotici in Europa. In questo modo aziende e ricercatori avranno a disposizione una serie di test standardizzati per controllare le prestazioni sia di esoscheletri e protesi che di robot umanoidi nelle varie fasi dello loro sviluppo, risparmiando risorse e tempo.

“Gli esoscheletri sono in rapida crescita sul mercato internazionale e trovano ampie applicazioni non solo in campo militare, industriale e produttivo, ma soprattutto in ambito sanitario e riabilitativo: tuttavia non esiste ancora un sistema di valutazione e di analisi comparativa dei sistemi a livello europeo”, spiega Luca Pietrantoni, che coordina il team di ricerca Unibo coinvolto nel progetto. “Per questo, nell’ambito di Step by Step ci occuperemo di sviluppare le metriche che permettono di analizzare l’interazione tra essere umano ed esoscheletro, valutando l’usabilità del sistema e delle interfacce, il comfort, la sicurezza e i rischi associati alla mode confusion, ovvero la scarsa consapevolezza del funzionamento del sistema”.

Gli esoscheletri sono robot che rivestono il corpo creando una vera e propria muscolatura artificiale supplementare. In questo modo permettono di potenziare le capacità fisiche, la resistenza e la velocità o anche di attenuare possibili difficoltà psicomotorie associate a condizioni di disabilità. Step by Step si concentrerà in particolare sui robot indossabili per gli arti inferiori, che interagiscono su tutti i livelli di articolazione e permettono di camminare in sicurezza, controllando passo dopo passo le variazioni di tutti gli angoli articolari.

Share Button