Print Friendly, PDF & Email

Parte sempre dalla nostra Università, con diversi partner europei un progetto dal titolo “Evolutionary Novel Approaches for a Therapeutic Response Against Pan Coronaviruses” per la IMI2 Call 21 “Development of therapeutics and diagnostics combatting coronavirus infections”, proposto e coordinato dalla Prof.ssa Francesca Ceccherini Silberstein del Dipartimento di Medicina Sperimentale, Cattedra di Virologia.

Al fine di sviluppare nuove soluzioni diagnostiche e terapeutiche per combattere SARS-CoV-2 e altre infezioni da coronavirus, è stato creato ed è già al lavoro un grande consorzio multidisciplinare trasversale con 25 partner e 2 supporter, basato su una forte interazione tra numerosi esperti del mondo accademico di Istituzioni – Fondazioni e di SME e grandi industrie.

La pandemia ed emergenza di SARS-CoV-2 ha innescato un’esigenza di trattamenti altamente efficaci e cruciali per evitare l’insorgenza di gravi manifestazioni cliniche, nonché di saggi accurati per una diagnosi tempestiva di infezione e di biomarcatori per la stratificazione  del rischio di progressione di malattia dei pazienti. Alla luce di ciò, il consorzio ENTRAP-Covs ha i seguenti obiettivi principali: Definire una base di conoscenza e un approccio mirato per il riutilizzo di farmaci esistenti approvati per altre indicazioni cliniche e la scoperta di nuovi farmaci per far fronte alle pandemie attuali e future sostenute dai coronavirus; Sviluppare test robusti e sensibili per una diagnosi tempestiva di SARS-CoV-2 sin dalle prime fasi dell’infezione, e un monitoraggio adeguato della replicazione virale e del raggiungimento della clearance virale in presenza o assenza di trattamento; Valutare i fattori virali e dell’ospite alla base della patogenesi di SARS-CoV-2, con l’obiettivo finale di identificare biomarcatori utili a stratificare i pazienti ad alto rischio di sviluppare manifestazioni cliniche gravi che necessitino di un trattamento precoce e/o più potente.

Nel progetto è prevista anche una piattaforma di trial multicentrico, in aperto, adattiva, “plug and play”, in base alla quale più composti saranno testati simultaneamente o sequenzialmente, accelerando così il loro sviluppo clinico. Il Prof Massimo Andreoni, Direttore del Dipartimento di Medicina dei Sistemi e Direttore del Dipartimento Processi Assistenziali Integrati presso il Policlinico di Tor Vergata, sarà il responsabile della sperimentazione clinica.

Questa strategia integrata migliorerà la gestione dei pazienti con infezione da SARS-CoV-2, consoliderà la scienza dell’UE tra i leader del settore e aumenterà la crescita e la competitività delle imprese.

Share Button