Print Friendly, PDF & Email

In questo periodo di emergenza sanitaria, B. Braun prosegue in modo incessante le attività produttive e commerciali per garantire il regolare svolgimento di produzioni e consegne, che comprendono forniture di materiali utili a fronteggiare l’emergenza così come dispositivi e farmaci per tutte le aree terapeutiche in cui opera l’azienda. Sono dunque operativi lo stabilimento di B. Braun Avitum Italy a Mirandola, focalizzato sulla produzione di sistemi per il trattamento extracorporeo del sangue nelle terapie intensive e B-Pack, che produce barrier film con sede produttiva a Novara. Allo stesso modo, B. Braun Milano, che commercializza dispositivi e farmaci per ogni dipartimento ospedaliero e per l’assistenza domiciliare, prosegue le attività per garantire i servizi e le consegne con regolarità.

“In questa fase difficile in cui tutti siamo chiamati a dare il massimo per superare l’emergenza Covid-19, B. Braun prosegue con dedizione il lavoro al fianco degli operatori sanitari per proteggere e migliorare la salute dei pazienti” afferma Francesco Benatti, Co-Managing Director di B. Braun Italia. “Sentiamo fortemente la responsabilità di essere oggi più che mai partner affidabili del Sistema Sanitario, garantendo la continuità e la tempestività delle forniture. A questo si aggiunge un desiderio di fare la nostra parte anche sul fronte del sostegno, sia economico sia in termini di donazioni di apparecchiature e farmaci per le terapie intensive, alle strutture ospedaliere dei nostri territori”, conclude Oliviero Pelosini, Co-Managing Director di B. Braun Italia.

In questa prospettiva, B. Braun dà il proprio contributo per superare questa emergenza al fianco degli ospedali e degli operatori Sanitari con iniziative di donazioni di apparecchiature e farmaci, economiche e raccolta fondi.

Effettuata una donazione all’Ospedale di Mirandola, all’Ospedale Sacco di Milano e all’Ospedale San Carlo/San Paolo di Milano, all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo di apparecchiature e farmaci per supportare diverse postazioni di terapia intensiva nelle strutture; verrà inoltre somministrata un’istruzione adeguata all’uso dei sistemi infusionali per tutto il personale infermieristico.

Tutte le aziende del Gruppo B. Braun in Italia daranno il proprio sostegno economico alle strutture ospedaliere o gli enti dei territori di appartenenza impegnati a gestire questa drammatica emergenza, quindi Croce Blu di Mirandola, Ospedale Sacco di Milano, Ospedali Riuniti di Padova ed Ospedale di Novara.

In più, è stata organizzata una raccolta fondi presso i dipendenti del Gruppo: ogni dipendente potrà fare una libera donazione. Al termine della raccolta, previsto per il 27 marzo 2020, B. Braun aggiungerà il proprio contributo raddoppiando la somma donata dai dipendenti, ponendosi così non solo come un moltiplicatore ma anche come incentivo all’azione. L’importo raccolto sarà devoluto all’Ospedale Sacco di Milano e alla Croce Blu di Mirandola.

B. Braun, infine, ha accolto le richieste di fornitura domiciliare, pervenuta dalle associazioni pazienti, di dispositivi per l’incontinenza e l’autocateterismo intermittente. Per erogare questo servizio, B. Braun si avvale esclusivamente di partner logistici autorizzati a operare e garantire con certezza una continuità del servizio su tutto il territorio nazionale, assicurando a chi si trova in necessità la fornitura gratuita di dispositivi medici di uso quotidiano come sacche e placche per stomia, cateteri e relativi accessori.

Share Button