Attivo il nuovo mammografo di Villa Rosa a Collegno

Print Friendly, PDF & Email

L’attivazione a fine anno 2017 del nuovo mammografo presso il Poliambulatorio di Villa Rosa a Collegno, era stato preannunciato dal Direttore Generale dell’ASL TO3 Dr. Flavio Boraso lo scorso 28 ottobre nel corso dell’iniziativa “porte aperte allo screening femminile”.
Al termine dei lavori di posizionamento, il nuovo mammografo è stato ora collaudato con esito positivo e dunque già nei prossimi giorni Medici e Tecnici prenderanno confidenza con l’apparecchiatura per l’avvio nei primi giorni di Gennaio, a regime, degli esami effettivi. La nuova apparecchiatura, avendo un peso di 500 Kg, ha reso necessario, per il suo posizionamento di alcuni adeguamenti strutturali.
L’installazione è durata cinque giorni a inizio dicembre, seguita dalle connessioni e dal collaudo, nonché contemporaneamente dalla formazione ed affiancamento del personale Medico e Tecnico avvenuto in questi giorni.
Quella di Villa Rosa a Collegno, con le sue 15.000 mammografie annue sulle 33.000 complessive nell’Azienda, è la sede di Senologia più importante dell’intera ASL TO3, seguita dalle sedi decentrate di Pinerolo, Venaria ed Avigliana secondo una programmazione in corso di revisione e potenziamento.
Il nuovo mammografo digitale sostituisce il precedente che era di tipo analogico e che utilizzava uno scanner per poter digitalizzare le immagini e poterle gestire e archiviare in modalità elettronica.
Si tratta del nuovo Sistema mammografico digitale diretto Fujifilm AMULET Innovality tridimensionale un’apparecchiatura del valore di oltre 250.000 euro di cui, ad oggi, dispongono ancora pochi Ospedali specializzati.
Rappresenta il meglio della tecnologia digitale oggi presente sul mercato; nella sua funzione accessoria di “ tomosintesi” di cui è dotato quello posizionato a Villa Rosa, consente di stratificare in tridimensionale le immagini della mammella consentendone la visione completa in strati dello spessore di 1 millimetro ognuno, fornendo dunque un’immagine perfetta dell’organo oggetto di esame.
Altresì le elevate prestazioni del sistema denominato “detettore a pannello piatto” utilizza una dose ridotta di raggi X, aumentando fra l’altro il comfort delle pazienti durante l’esecuzione degli esami.
Come si era già detto in sede di presentazione, il nuovo mammografo non verrà solo utilizzato nello screening di prevenzione serena, ma costituirà riferimento nell’ASL TO3 per tutti quegli esami di 2° livello ovvero per accertamenti aggiuntivi in caso di sospetti diagnostici. La nuova mammografia sarà in dotazione all’equipe della Responsabile della Senologia Dr.ssa Francesca Giordano, composta a Collegno da 3 Medici Radiologi dedicati, 4 tecnici e 2 amministrativi.
“Ringrazio il personale sanitario e tecnico aziendale e delle ditte fornitrici per l’inteso lavoro di questi giorni, che ha comportato il superamento di alcune complicazioni strutturali, ma che renderà comunque possibile attivare a regime questa nuova apparecchiatura, fra pochi giorni, già il prossimo 3 gennaio come da impegno che ci eravamo assunti” sottolinea il Dr. Flavio Boraso – Direttore Generale dell’ASL TO3 “Quello della prevenzione ed in particolari degli screening è un settore tenuto in primaria considerazione nella nostra azienda, è per questo che vengono dedicate tutte le attenzioni del caso, dalla disponibilità di apparecchiature all’avanguardia alla presenza di Specialisti e operatori preparati e in numero necessario per sostenere le impegnative ma efficaci attività di screening; dopo Collegno toccherà alle altre sedi aziendali che vedranno a breve la sostituzione delle apparecchiature ormai datate, con nuovi modelli tecnologicamente avanzati. Lo sforzo si rende possibile grazie all’utile di gestione del 2016 che l’Assessorato Regionale alla Sanità ha concesso di utilizzare per investimenti tecnologici e strutturali”.

Share Button